banner a rotazione
19/03/2017 - Scritto da: Redazione

FRANCO DI PIETRO NUOVO FIDUCIARIO REGIONALE GGG DEL LAZIO

Mancava solo l'ufficialità, arrivata  il 6 marzo dal  Fiduciario Nazionale GGG Luca  Verrascina, Franco Di Pietro è il nuovo Fiduciario Regionale del Gruppo Giudici di Gare del Lazio. Il 25 febbraio 2017, data fissata per il " GGG day " contemporaneamente i giudici di ogni provincia sono stati chiamati ad esprimere il proprio  voto per eleggere sia il Fiduciario del proprio Comitato sia il Fiduciario Regionale. Castelgandolfo è stata la sede per i giudici di Roma Sud. Quasi totale è stata l'affluenza. Franca Bonomo, unica candidata per l'incarico provinciale, è stata confermata per i prossimi 4  anni con 35 voti su 36. Dura la lotta a livello regionale dove si vedevano contrapposte 2 liste. Nell lista B erano presenti i nostri rappresentanti Di Pietro Franco, Moretti Andrea, C   ...continua


15/03/2017 - Scritto da: Redazione

Duplantis, la scalata del Mondo !

All'età di 17 anni e 4 mesi, il precoce figlio d'arte svedese con 5,82 ha migliorato il primato mondiale under 20 e anche quello di famiglia.

Lo svedese di Louisiana ha un nome che ricorda le magnolie del vecchio Sud: Armand Duplantis. e proprio in un giardino di Fayetteville è cominciata un'avventura che lo ha portato in alto, molto in alto:  nessuno a 17 anni e 4 mesi aveva mai superato 5,82 primato di famiglia ( papà Greg ha chiuso la carriera con 5,80) primato svedese ( Armand  e Mondo come lo chiamano tutti, ha abbracciato  il paese di mamma, Helena Hedlund ex eptatleta e pallavolista) ed ennesimo primato di categoria, l'ultimo di una lista che non finisce mai e che prende il via su un'improvvisata pedana dietro casa in piena puerizia.  La vita e i   ...continua


09/03/2017 - Scritto da: Ufficio Stampa

La storia di Anna Rita Sidoti nei cinema

Il film sullo  scricciolo d'oro dell'Atletica Italiana arriva nelle sale. Passo dopo passo, un viaggio nella vita sportiva e privata dell'indimenticabile azzurra della marcia.

Storia semplice,  il film su Anna Rita Sidoti, arriva nei cinema di  tutta Italia.  Il racconto della vita privata e sportiva dello scricciolo d'oro dell'Atletica Italiana è distribuito da Movieday - con la collaborazione  e il supporto  della Federazione Italiana di Atletica Leggera - in 15 sale di tutta la penisola. Cinquantuno minuti in cui Giuseppe Garau e  Goffredo D'Onofrio mettono in scena il viaggio, anzi la marcia, di Anna Rita Sidoti attraverso le testimonianze di amici, familiari, ex compagne di squadra e allenatori. Passo dopo passo, attraversando tutte le sfaccet   ...continua


08/03/2017 - Scritto da: Presidente

Essere Donna

Essere donna è così affascinante. E' un' avventura  che richiede un tale coraggio, una sfida, che non finisce mai.

( Oriana Fallaci )

  ...continua



08/03/2017 - Scritto da: Ufficio Stampa

Maratona di Roma al femminile: oltre tremila atlete in corsa.

La gara del 2 aprile conferma la progressiva crescita della presenza femminile nel popolo dei runner.

Determinate, allenate, pronte a battere  ogni primato. La carica rosa delle podiste sta per invadere la capitale e lascerà un solco di agonismo e risultati storici sui sampietrini della capitale. Saranno oltre 3.300 le donne che parteciperanno, il prossimo 2 aprile,  alla Maratona di Roma. Un numero in netta crescita rispetto allo scorso anno, tanto che, in totale,  la presenza femminile è pari al  ventidue per cento degli iscritti. " Il  mondo del running negli ultimi dieci anni è diventato  donna " conferma Enrico Castrucci. presidente della Maratona di Roma. " Si tratta di un piccolo boom - prosegue - che s' inserisce nella scia di quello&nb   ...continua


06/03/2017 - Scritto da: Presidente

La pista di atletica sul tetto: ma siamo in Cina !

Il problema dello spazio  si sta facendo  sentire vivamente  in molte Città della Cina, cresciute a dismisura negli ultimi anni, ed oggi si sente la  limitazione  quando s'inizia a rinnovare gli edifici. E' il caso di una Scuola Elementare nel distretto di  Tiantai nella Provincia di Zhejiang, dove le  le autorità avrebbero voluto costruire anche  degli spazi per permettere agli scolari di fare sport, ma non c'era sufficiente terreno edificabile disponibile. E così gli architetti hanno dovuto ricorrere  ad una soluzione creativa. Gli ideatori riconoscono che l'idea ha dei limiti, ma sottolineano che sicuramente  una pista sul tetto è meglio che nessuno spazio dove fare sport, o di soluzioni ancora più improvvisate. Nella realizzazione non si sono risparmiate   ...continua